11.E quando l’interlocutore è il nostro capo?

Ce La Possiamo Fare BLOG 🌅

Il capo è sempre il capo: l’ambiente di lavoro  è un compromesso di equilibri ( ciò lo dobbiamo sempre tener presente). Non mi sento di nascondere la pura difficoltà emozionale che ci può avvolgere ,quando il nostro interlocutore è il nostro datore di lavoro( Un preside, un dirigente, un capoufficio, ecc).

LA PILLOLA BISOGNA ZUCCHERARLA!

Anche se il motivo è banale, il nostro interlocutore( ad esempio il nostro capo) può perdere il controllo razionale del suo pensiero, cambiando i comportamenti soliti, tendendo a dominare la situazione. A volte parla, anche a vanvera solo per il gusto di sfogarsi.

Che fare in questi casi?

Anche se è difficile, dobbiamo mantenere la calma, e lo dobbiamo ascoltare attivamente.

Aspettiamo placidamente che si sfoghi, mostrando un acuto interesse alle sue parole cercandoci di immedesimarci nel suo ruolo e nel suo stato d’animo . Lo guardiamo attentamente negli occhi, e non lo…

View original post 136 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...